Perché LASIT ha scelto la Polonia

A Maggio 2021 ha ufficialmente aperto LASIT LASER Polska, nella città di Tychy. LASIT ha deciso di compiere il primo passo verso l’internazionalizzazione. La decisione di intraprendere un progetto così importante in questo periodo storico dimostra la grande fiducia che in LASIT riponiamo sia nelle persone che lavorano con noi che nella bellissima nazione polacca.

La Polonia

La Polonia è un paese dalla crescita inarrestabile. Durante la fase più difficile della pandemia il suo PIL è sceso solo del 3% (in Italia -9%) e il Governo ha distribuito 65 miliardi a imprese e lavoratori per fronteggiare la crisi.I principali punti di forza della Polonia che hanno attratto la nostra attenzione sono:
La crescita economica si basa sul dato riportato da Confindustria nel report di Marzo 2020. Il PIL polacco è salito da 517 miliardi di euro nel 2020 a una prospettiva di 568 miliardi nel 2021 (stima del Governo polacco).

Richiedi una Consulenza Gratuita

Un nostro esperto è pronto a rispondere alle tue domande e consigliarti la soluzione migliore per le tue esigenze.

Inviando questo modulo accetti la nostra normativa sulla privacy.

Investimenti esteri: Italiani in Polonia

In Polonia un terzo del conto capitale è dato da aziende straniere, che valgono il 40% del suo PIL. Questo fa capire agli investitori quanto la nazione sia un territorio fertile per le imprese che vogliono crescere in un mercato giovane in tutti i sensi.
L’Italia ha capito molto presto questa tendenza e attualmente la nostra nazione si trova al terzo posto per l’Import e al quinto posto per l’Export, per un valore di interscambio 2019 di 24 miliardi di euro. Letti questi dati non stupisce che l’Italia è al terzo posto in Europa per investimenti in Polonia.
È lecito pensare che il numero di imprese italiane sul territorio polacco incrementerà nei prossimi anni. Se all’inizio ciò che le attraeva era il basso costo della manodopera, adesso questo scenario è cambiato. La Polonia ha un livello di istruzione e qualificazione professionale molto alti, superiori all’Italia. Anche in termini di stipendio medio orario nel Manifatturiero la tendenza è in crescita costante dal 2000.

Il settore meccanico e automotive in Polonia

I settori più importanti della Polonia sono: meccanica, alimentare, digitale. La meccanica comprende moltissimi indotti, tra cui al primo posto c’è l’Automotive. Attualmente le aziende che operano in questo settore sono 342 con un valore di fatturato di 34 miliardi di euro.

Essendo LASIT specializzata nella produzione si sistemi di marcatura laser per l’Automotive, è facile capire perché la nostra attenzione si è concentrata sulla Polonia fin da subito. L’indotto del comparto automotive, che interessa la marcatura laser su metallo e su plastica, è enorme. Dalle fonderie che sono alla base della filiera fino all’ultimo assemblatore, ogni componente è marcato in inciso laser.
LASIT ha inoltre sviluppato diverse soluzioni automatiche per la marcatura laser dei componenti auto. In particolare siamo specializzati in: dischi freno, coppie coniche, pressofusi, braccetti, applicazioni day&night per gli interni, marcatura laser di vin code e su TESA.
Il Governo e le imprese polacche hanno già dichiarato che i prossimi tre anni investiranno nell’elettrico, altro settore in cui la tracciabilità è fondamentale. La marcatura laser di cavi, PCB ma anche di tutta la componente plastica legata all’elettronica avrà una crescita nei prossimi anni.  Il Governo ha anche annunciato il lancio del nuovo brand automobilistico nazionale, che si chiamerà Izera.
Attualmente la Polonia ha forti ambizioni in ambito automotive. Se attualmente è al decimo posto nell’Unione Europea per numero di auto prodotte, l’obiettivo dell’intera filiera è scalare le posizioni fino a raggiungere la top 3 nei prossimi cinque anni.
La marcatura laser del Bianco:
l’elettrodomestico in Polonia
Non stupisce sapere che durante la pandemia e il lockdown le vendite di grandi e piccoli elettrodomestici in Polonia sino cresciute. Ciò che vi stupirà scoprire però è che il 40% dell’intera produzione dell’UE di elettrodomestici si realizza in Polonia.
Le migliori marche di Elettrodomestici hanno le loro sedi produttive in questa nazione per un valore di 4,8 miliardi di euro. Al secondo e terzo posto nell’UE ci sono Germania e Italia.

LASIT a questo settore dedica una cospicua parte dei suoi investimenti in ricerca e sviluppo, ed è anche grazie ai suoi clienti in Polonia che ha intrapreso studi di applicazioni laser nell’ambito dell’industria del Bianco.

Un progetto interessante è stato della POLARIS, una marcatrice laser in grado di effettuare lo scanning 3D del componente e di correggere la messa a fuoco del laser. In questo modo abbiamo risolto il problema della superficie irregolare dei componenti (quali i frontali delle lavatrici) e del contrasto della marcatura laser, che mantiene la stessa qualità indipendentemente dall’inclinazione del pezzo.

La marcatura laser in Polonia

Oggi in Polonia ci sono solo 5900 imprese che producono macchinari, un dato ancora basso secondo Confindustria.

Attualmente la maggior parte dei macchinari industriali vengono importati dall’estero e l’Italia in particolare esporta in Polonia circa il 7% della sua produzione complessiva di macchinari.

Questo dato è molto interessante. Se la crescita che sta avendo la Polonia dal punto di vista industriale continua, questo valore è destinato ad aumentare.

Con l’apertura di LASIT laser Polska ci aspettiamo di entrare in un mercato in cui la domanda è alta e l’offerta ancora insufficiente a soddisfarla. Le multinazionali nostre clienti presenti sul territorio ci hanno supportato nelle fasi di analisi e sviluppo strategico, evidenziando la mancanza di un fornitore come LASIT in Polonia.

Nei prossimi anni ci aspettiamo assistere alla crescita esponenziale di LASIT LASER Polska che già si pone obiettivi importanti per questo primo anno. Grazie a un team abile e qualificato non abbiamo dubbi che abbiamo fatto il primo passo sulla via del successo.

Ti è piaciuto questo articolo?
Condividilo su

© Tutti i diritti riservati.