• it
  • en
  • fr

Plastiche

 

In generale, è possibile marcare in alta qualità e in modo rapido e permanente quasi tutte le materie plastiche (come policarbonato, ABS, poliammide, poliestere), sebbene materie plastiche differenti reagiscano diversamente al processo di marcatura laser. Per ragioni tecniche, ma principalmente per ragioni chimiche, non è possibile fare un’affermazione generale circa il processo di marcatura laser su plastica.  A parte il differente materiale plastico di base, anche i colori (pigmenti) ed altri additivi (riempitivi, additivi generici, agenti ritardanti di fiamma) giocano un importante ruolo nella scelta del  migliore sistema di incisione laser su plastica per la tua applicazione. Buona parte dei materiali plastici utilizzati in commercio possono essere sottoposti al processo di marcatura laser, utilizzando diverse lunghezze d’onda e metodi, i quali dipendono dal tipo di plastica che si desidera processare.
Le immagini mostrano una selezione di alcuni particolari plastici che sono stati processati utilizzando  i sistemi di marcatura laser su plastica progettati e realizzati da LASIT.

 LASIT consiglia:

INCISIONE LASER MICROMARK GN

MicroMark GN

INCISIONE LASER TOWERMARK X

TowerMark X

INCISIONE LASER GALAXY

Galaxy

Processi di marcatura laser su plastiche

II laser offre numerosi vantaggi e le sue peculiari caratteristiche ne hanno favorito lo sviluppo e la popolarità  anche nel settore dell’incisione. Il processo di incisone laser su plastica permette di ottenere marcature/incisioni in profondità, mediante l’asportazione o la rimozione ripetuta di strati di materiale dalla superficie del componente in lavorazione. Questo effetto di marcatura laser può essere ottenuto su quasi tutti i materiali. L’incisione laser si usa soprattutto con materiali quali metalli, plastiche e ceramiche. Il raggio laser, penetrando nella superficie, la rimuove provocando una depressione nella zona di incisione laser. Poiché durante tale processo il materiale plastico viene riscaldato e, al tempo stesso, reagisce all’aria dell’ambiente circostante, nelle zone di incisione spesso si produce anche una decolorazione, che rende ancor più evidente la marcatura laser effettuata.

Nel processo di schiumatura il raggio laser provoca una fusione locale sul pezzo. Nella massa fusa si formano piccole bolle di gas che aumentano il volume – una sorta di espanso di plastica. Le bolle di gas racchiuse riflettono la luce in modo diffuso. La zona lavorata sembra quindi molto più chiara del materiale circostante e la marcatura sporge sensibilmente dalla superficie.

La carbonizzazione mediante laser produce sempre uno scurimento del materiale sottoposto a marcatura. Durante questo procedimento i legami della plastica vengono spezzati e il carbonio in essi contenuto viene liberato. La decolorazione che ne risulta oscilla tra il grigio, il grigio bluastro e il nero. La carbonizzazione viene applicata a plastiche chiare e materiali organici (carte, imballaggi, legni e cuoio), in cui l’effetto cromatico passa da chiaro a scuro.

Le plastiche assorbono la luce del laser. I pigmenti coloranti (derivanti da additivi, colori ecc.) e il carbonio contenuti nelle plastiche vengono distrutti e fatti evaporare mediante riscaldamento locale. A questo punto è possibile vedere un viraggio e percepire una schiumatura. Il carbonio nella plastica si ossida producendo CO2, che si libera dalla plastica stessa formando uno strato di schiuma. A seconda della composizione la decolorazione può risultare più chiara o più scura. Le plastiche scure decolorandosi diventano bianche nel punto da marcare, la plastiche chiare invece diventano grigie o nere.

Quali sono i principali vantaggi dell’incisione e marcatura laser sulla plastica?

Il processo di incisione laser su plastica è estremamente rapido e versatile, A differenza di altra tecnologie, tale lavorazione permette di eseguire indifferentemente e con qualsiasi carattere alfanumerico loghi, scritte, codici a barre, numerazioni progressive, disegni, DataMatrix con risultati qualitativamente ineccepibili. I nuovi sistemi di marcatura laser su materie plastiche, sempre più compatti e semplici da utilizzare, garantiscono risultati indelebili, resistenti all’usura, al calore e al contatto con acidi, assicurando l’identificazione e la tracciabilità dei propri prodotti. Inoltre, durante l’incisione laser, il particolare non si danneggia né si sposta poiché il processo avviene senza contatto tra il pezzo e il sistema di marcatura laser, consentendo così di realizzare le forme geometriche più sottili e dettagliate con estrema precisione. Infine, il basso apporto di calore assicura una minore deformazione della superficie marcata.

Quali sono i vantaggi del taglio laser dei materiali plastici?

Il taglio laser di materiali plastici, molto diffuso nel settore industriale, garantisce una elevata qualità del prodotto finale, un costo relativamente basso e tempi ridotti di lavorazione rispetto ai metodi di taglio più convenzionali. Il taglio laser avviene mediante l’utilizzo di una sorgente alimentata a CO2 che viene direzionata attraverso un sistema di specchi nella testa del laser e incanalata con l’aiuto di aria compressa in un fascio ristretto che taglia una grande varietà di materiali plastici. Il taglio laser può essere effettuato su differenti plastiche e in diverse direzioni sul piano, permettendo una efficiente rifinitura e ritagli precisi dei particolari. Il processo è relativamente semplice da automatizzare e può essere controllato anche in maniera adattativa.

Perché la marcatura laser su plastica è un metodo migliore delle altre tecnologie di marcatura?

Nel corso degli anni la tecnologia laser ha lentamente rimpiazzato le sorpassate tecnologie di marcatura a inchiostro, soprattutto per quanto riguarda la marcatura laser su plastiche. La marcatura laser su plastica non impiega inchiostri o solventi, né tantomeno richiede passaggi di fissaggio altamente dispendiosi, tipici delle tecnologie di marcatura a inchiostro. Gli attuali sistemi di incisione laser garantiscono maggiore produttività, minore manutenzione e una migliore leggibilità del testo e delle immagini marcate. I materiali plastici marcabili assicurano un netto contrasto e, in alcuni casi, una sfumatura di colore invece del semplice bianco e/o nero, anche quando bisogna imprimere una grande quantità di dati su particolari minuti, caratteristica essenziale al produttore per la tracciabilità dei propri prodotti.

Ogni tipo di plastica può essere lavorato a laser?

Tecnicamente non è possibile fare un’affermazione generale circa il processo di marcatura laser sui materiali plastici per ragioni chimiche. Ecco perché LASIT offre un servizio campioni per aiutare il cliente a scegliere la migliore soluzione laser in funzione dal materiale plastico che si vuole marcare a laser. Al fine di effettuare test di laboratorio opportuni, abbiamo strutturato la sala di campionatura con diverse tipologie di sorgenti laser (laser a fibra, laser UV, laser a fibra a luce verde, laser a diodi a luce verde, laser CO2) per rispondere ad ogni esigenza dei clienti.

Qual è la migliore sorgente laser per incidere e marcare la plastica?

il laser a luce verde  è la migliore sorgente laser per la marcatuta laser re su materie plastiche. LASIT produce il FlyAir Green che è un laser allo stato solido (materiale attivo YVO4), con pompaggio assiale e cristallo di duplicazione del fascio laser all’interno della cavità, ma anche il FiberFly Green che utilizza la stessa innovativa tecnologia del FiberFly (marcatrice laser in fibra attiva drogata con Ytterbio) con l’integrazione di un cristallo di duplicazione della lunghezza d’onda.

  • Lasit Logo

    Costruiamo le macchine di
    marcatura ed incisione laser
    più innovative dal 1990
  • Email: sales@lasitlaser.com
    Phone: +39 081 536 88 55
    P.I. 02747991210
    C.F. 01803670643

    Via Solferino n° 4 - 80058
    Torre Annunziata (NA) - Italy