Marcatura laser su Plastica

In generale, è possibile marcare con altissima qualità ed in modo rapido e permanente quasi tutte le materie plastiche (policarbonato, ABS, poliammide, poliestere, nylon e così via), sebbene materie plastiche differenti reagiscano diversamente al processo di marcatura laser.

Infatti, per ragioni tecniche, ma principalmente per ragioni chimiche, non è possibile fare un’affermazione generale circa il processo di marcatura laser su plastica.

In ogni caso, utilizzando diverse lunghezze d’onda e sorgenti laser differenti (le quali dipendono dal tipo di plastica che si desidera marcare), la stragrande maggioranza dei materiali plastici utilizzati in commercio può essere marcata con dei risultati eccellenti.

Le immagini mostrano una selezione di alcuni particolari plastici che sono stati processati utilizzando  i sistemi di marcatura laser su plastica progettati e realizzati da LASIT.

Hai bisogno di marcare o incidere su poliammide, polietilene, ABS o altro materiale plastico?

Scopri subito qual è il marcatore laser ideale per te. Scegli le caratteristiche desiderate e al resto ci pensiamo noi!

TUTELA DELLA PRIVACY | Compilando e inviando questo modulo acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali ai sensi dell’Art. 13 del D.Lgs 30.6.2003

VANTAGGI

La marcatura laser è una traccia permanente, ideale per apporre scritte, loghi, indicazioni e altro su qualsiasi materiale in modo estremamente flessibile, rapido e qualitativamente ineccepibile.

CAMPIONE GRATUITO

Gratuitamente e senza alcun impegno realizziamo per te una prova campione del soggetto da marcare su qualsiasi materiale richiesto.

CALL ME

Desideri ricevere informazioni?

Compila il form e ti contatteremo in breve tempo

TUTELA DELLA PRIVACY | Compilando e inviando questo modulo acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali ai sensi dell’Art. 13 del D.Lgs 30.6.2003

PROCESSI DI MARCATURA LASER SU PLASTICA

Schiumatura

Nel processo di schiumatura il raggio laser provoca una fusione locale sul pezzo. Nella massa fusa si formano piccole bolle di gas che aumentano il volume – una sorta di espanso di plastica. Le bolle di gas racchiuse riflettono la luce in modo diffuso. La zona lavorata sembra quindi molto più chiara del materiale circostante e la marcatura sporge sensibilmente dalla superficie.

Carbonizzazione

La carbonizzazione mediante laser produce sempre uno scurimento del materiale sottoposto a marcatura. Durante questo procedimento i legami della plastica vengono spezzati e il carbonio in essi contenuto viene liberato. La decolorazione che ne risulta oscilla tra il grigio, il grigio bluastro e il nero. La carbonizzazione viene applicata a plastiche chiare e materiali organici (carte, imballaggi, legni e cuoio), in cui l’effetto cromatico passa da chiaro a scuro.

Viraggio

Le plastiche assorbono la luce del laser. I pigmenti coloranti (derivanti da additivi, colori ecc.) e il carbonio contenuti nelle plastiche vengono distrutti e fatti evaporare mediante riscaldamento locale. A questo punto è possibile vedere un viraggio e percepire una schiumatura. Il carbonio nella plastica si ossida producendo CO2, che si libera dalla plastica stessa formando uno strato di schiuma. A seconda della composizione la decolorazione può risultare più chiara o più scura. Le plastiche scure decolorandosi diventano bianche nel punto da marcare, la plastiche chiare invece diventano grigie o nere.

Desideri ricevere informazioni?

Compila il form e ti contatteremo in breve tempo

TUTELA DELLA PRIVACY | Compilando e inviando questo modulo acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali ai sensi dell’Art. 13 del D.Lgs 30.6.2003

TORNA SU