VIN Code:
I numeri magici della tracciabilità

Il VIN (Vehicle Identification Number) è un codice identificativo composto da 17 caratteri alfanumerici che secondo la normativa internazionale deve essere presente sul telaio di ogni autoveicolo per garantirne il riconoscimento e la tracciabilità. Nel corso degli anni la presenza di questo codice è stata determinante per la riduzione del numero di furti d’auto.

Rendere il VIN visibile sul cruscotto o sul finestrino ha ridotto la possibilità di rivendere al mercato nero il veicolo rubato o le sue parti. La maggior parte dei rivenditori di ricambi usati non acquista pezzi di ricambio con incisioni VIN a meno che il venditore non presenti una qualche documentazione come prova della proprietà.

È fondamentale per la sicurezza del mercato che il VIN code sia permanente e visibile per tutto il ciclo di vita dell’autovettura. È per questo che per applicarlo la tecnologia migliore è l’incisione laser.

Vantaggi del laser

Fino a pochi anni fa il VIN code era marcato esclusivamente con sistemi a micro-percussione, poco precisi e versatili rispetto al laser che li sta sostituendo. L’incisione laser presenta numerosi vantaggi per i produttori Automotive:

Essere informati è fondamentale per scegliere un buon prodotto.

Non perderti gli articoli su tutte le novità della tecnologia laser per il tuo settore industriale, con contenuti di valore e approfondimenti specifici.

Inviando questo modulo accetti la nostra normativa sulla privacy.

Caratteristiche del VIN

Applicazioni solite

Solitamente il LASER è integrato su una linea produttiva, più specificatamente su un robot o su un manipolatore industriale.

Laser integrato su robot A 6 assi
IntegrazioneRobot
Le nostre soluzioni

La nostra soluzione è un laser da integrazione compatto basato su una sorgente Laser a fibra ottica attiva, completamente raffreddata ad aria. Il rack e testa di scansione sono realizzati in modo tale da essere facilmente integrati su un robot o su un manipolatore industriale.
FiberFly raggiunge una potenza di 200W ed ha la peculiarità di un impulso molto lungo. La combinazione di queste due caratteristiche consente di ottenere una marcatura pulita, precisa e rapida.

All’interno dell’armadio provvisto di un circuito di sicurezza trova posto un PLC Siemens della famiglia S1200 con modulo PROFIsafe e accoppiatore PN/PN. Il sistema di interfaccia è personalizzato in base alle esigenze del cliente finale in modo tale da popolare automaticamente il contenuto della marcatura, avere uno storico su un database SQL sulla macchina e comunicare il contenuto della marcatura al MES-ERP.

Ti è piaciuto questo articolo?
Condividilo su

Data di Pubblicazione: 31/08/2020

© Tutti i diritti riservati.