Tutto quello che devi sapere prima di acquistare un marcatore laser

Un marcatore laser è uno strumento molto utile all’interno di un processo produttivo. Per questo motivo sono sempre di più le aziende che vogliono acquistarlo, ben comprendendo quali siano i vantaggi di possedere uno strumento del genere. Quelli più significativi sono:

Ora ti starai sicuramente domandando quanto costa un marcatore laser. Quesito comprensibile, ma prima di risponderti è importante chiarire la differenza che c’è tra sistemi laser di importazione orientale o di produzione europea.

Quali scegliere?

Devi sapere che una macchina per marcature laser con funzionalità basiche, che si trova facilmente di importazione orientale, spazia sulla cifra di 4-5000 euro. Si arriva poi a sistemi più complessi, di produzione europea, che prevedono robot, magazzini automatici e molte altre opzioni aggiuntive e possono arrivare a un costo 200.000 euro. A un sistema base si possono chiaramente aggiungere diverse funzionalità a seconda delle esigenze di produzione, motivo per cui rivolgersi ad aziende europee è la scelta migliore se si è alla ricerca di un prodotto più specifico.

Si comincia dalla sorgente laser, quale scegliere?

Prima di acquistare una macchina per marcatura laser ti devi chiedere quale sia la sorgente ideale per le tue esigenze. Comincia tutto da qui, per alcune ragioni:

    1. Nel mondo laser esistono diverse sorgenti che variano tra di loro per alcune caratteristiche chiave, prima tra tutte, la lunghezza d’onda;
    2. Ogni materiale reagisce in maniera differente rispetto alla lunghezza d’onda che si utilizza. Non esiste, quindi, un laser in grado di marcare qualsiasi cosa, ma solo determinate famiglie di materiali, ad esempio un laser a fibra, 1064nm, li marca tutti tranne quelli originali.

Capirai dunque perché dico che scegliere la corretta sorgente per la tua marcatrice laser è un elemento cruciale. 

Un buon modo per cominciare, dunque, sarà effettuare delle prove per certificare la bontà della qualità della marcatura sui tuoi prodotti, così come le conformità ed eventuali tempi di ciclo. Noi, ad esempio, offriamo un servizio di campionatura totalmente gratuito, uno step necessario per trovare la sorgente adatta al materiale che si intende marcare.

La tabella al lato è una panoramica di partenza per capire quali sono le varie possibilità di sorgenti che si possono scegliere in base alla composizione del prodotto su cui effettuare l’incisione laser.

Buona lettura!

Lunghezza d'onda: 1060/1070

Cosa si può marcare?

  • Tutti i metalli
  • Tutti i materiali con trattamenti superficiali (verniciati, anodizzati etc.)
  • Il 50% delle materie plastiche

Lunghezza d'onda: 1060/1070

Cosa si può marcare?

  • Tutti i metalli
  • Tutti i materiali con trattamenti superficiali (verniciati, anodizzati etc.)
  • Il 70% delle materie plastiche

Lunghezza d'onda: 532

Cosa si può marcare?

  • Il 90% delle principali materie plastiche
  • Tutti i materiali con trattamenti superficiali (verniciati, anodizzati etc.)

Lunghezza d'onda: 355

Cosa si può marcare?

Lunghezza d'onda: 1060

Cosa si può marcare?

Hai bisogno di più informazioni?

Compila il form accanto, lascia il tuo numero e ti richiamiamo SUBITO!

   Data di pubblicazione: 18/07/2018

TORNA SU