Perché la marcatura laser è una soluzione migliore della marcatura a micropunti

LASER-MARKING Perché scegliere la marcatura laser e non a mircopunti
vil_micropercussione_integrata_3 Perché scegliere la marcatura laser e non a mircopunti

I sistemi di marcatura laser e quelli a micropercussione hanno alcune cose in comune, ma ci sono molti vantaggi del laser rispetto alla più datata tecnologia dei micropunti, tanto che quest’ultima è sempre più spesso rimpiazzata dal laser. 

 

Se questo, in una prima fase, non poteva essere utilizzato per alcune applicazioni adesso è praticamente in grado di marcare o incidere qualunque superficie in maniera permanente.

 

Una delle prime differenze – quella più evidente – sta nel prezzo iniziale delle due tecnologie. La marcatrice a micropunti è un sistema più economico ma nel lungo periodo il ritorno sull’investimento con il laser è maggiore. Basta pensare che la vita media di un laser a Fibra è di 100.000 ore di operatività. Inoltre, la tecnologia Fibra rende i laser molto più sicuri e la manutenzione quasi inesistente.

 

Analizziamo i vantaggi dell’incisione laser prendendo in considerazione le caratteristiche principali e le funzionalità dei due sistemi.

Funzione e dimensione di marcatura

La marcatura a micropercussione funziona grazie ad una punta, relativamente sottile, che colpisce la superficie con una forza sufficiente da lasciare un’incisione. Per mantenere la leggibilità, la marcatura a micropercussione è limitata da fattori quali font, dimensioni e densità dei punti.

La marcatura laser può raggiungere una dimensione di segno di 15 micron, utilizzare disegni particolari e creare un segno indelebile con maggiore chiarezza. Con il software di marcatura LASIT FlyCAD è possibile gestire font, grafiche, dimensioni e colori in maniera semplice e intuitiva. Per quanto riguarda la tracciabilità, un laser può marcare codici DataMatrix di 1×1 mm.

software-1024x576 Perché scegliere la marcatura laser e non a mircopunti

Vuoi conoscere le soluzioni LASIT per il tuo settore?

Richiedi una consulenza gratuita. Un nostro esperto è pronto a rispondere alle tue domande e aiutarti a trovare la soluzione migliore per le tue esigenze.

Inviando questo modulo accetti la nostra normativa sulla privacy.
Marcatura-Colorata-03 Perché scegliere la marcatura laser e non a mircopunti

Tipi di marcature e incisioni

La versatilità è uno dei vantaggi più importanti della marcatura laser rispetto alla micropercussione. Innanzitutto, con lo stesso laser siamo in grado di marcare sia la plastica che il metallo.

La marcatura a micropercussione ha solo poche opzioni per i tipi di segni: codici a matrice di dati, lettere e numeri. Gli altri segni sono troppo complessi o completamente impossibili (come ad esempio la marcatura di un codice a barre).

Se poi vogliamo parlare dei colori, questi sono per ovvie ragioni impossibili con la micropercussione, mentre con il moderno laser MOPA abbiamo fatto incredibili passi avanti rispetto alla marcatura colorata sui metalli.

Materiali

Come già anticipato in precedenza, il laser oggi è in grado di marcare su tutti i metalli, le plastiche e i materiali organici. Molti laser, come l’UV, il laser CO2 o il laser Verde vengono utilizzati per marcare materiali delicati e fragili, quali vetro, ceramiche o carta e cartone.

È importante, ad esempio per chi lavora nell’industria Promozionale, avere una versatilità di applicazione. Il laser è quindi la soluzione ideale per i diversi gadget e componenti.

Facilità di integrazione

Il laser può integrarsi in qualunque linea di produzione con facilità. Le sue dimensioni e la sua forma lo rendono ideale per lavorare sia con una stazione di marcatura (quindi completo di integrazione meccanica), sia autonomamente su una linea (laser da integrazione).

I bassi costi di manutenzione e sostituzione dei componenti interni differenziano il laser dai sistemi a micropunti. In questi ultimi infatti il pennino si usura facilmente e deve essere quindi sostituito con frequenza. Questo è un altro dei motivi per cui diciamo che il laser nel lungo periodo ha una ROI maggiore che giustifica completamente il suo costo iniziale.

 

Se vuoi un consiglio su come scegliere un laser adatto alla tua applicazione, qui c’è un articolo che può interessarti.

2-814x1024 Perché scegliere la marcatura laser e non a mircopunti
Sample-Tag2 Perché scegliere la marcatura laser e non a mircopunti
Produzione Perché scegliere la marcatura laser e non a mircopunti
Precisione e velocità

I sistemi di marcatura laser sono precisi e forniscono un’enorme flessibilità nei contenuti che possiamo marcare, come anche nelle forme e nei colori. Gli aspetti meccanici della marcatura a micropercussione determinano anche la dimensione minima e massima del segno. 

 

Il laser, oltre a muoversi agevolmente in XYZ, è in grado di coprire aree di marcatura notevoli senza essere movimentato fisicamente, il che lo rende molto più veloce. Il suo spot è così piccolo da garantire precisione assoluta in ogni applicazione, sia loghi che grafiche che codici 2D.

Manutenzione

Gli strumenti di marcatura a micropercussione devono essere calibrati frequentemente, le parti devono essere sostituite e una routine di manutenzione regolare è fondamentale (vedi ad esempio la punna della penna che urta continuamente contro la superficie). 

 

La marcatura laser elimina il 90% dei problemi di manutenzione fornendo maggiore precisione e maggiore controllo. E poiché l’elettricità è l’unica risorsa che utilizza, anche il sovraccarico è basso. 

 

Un altro aspetto importante è l’inquinamento acustico causato dai sistemi a micropunti. I laser sono estremamente silenziosi ed efficienti. Le uniche attenzioni da avere rispetto a un sistema laser sono relative alla classe di sicurezza, di cui parliamo in questo articolo.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su

Articoli correlati

Il mondo del laser
è in continua evoluzione.

Non perderti le ultime novità del tuo settore.

Configura il tuo marcatore