• it
  • en
  • fr

Novità per la marcatura laser nel settore gioielleria

Con l’emanazione della nota n. 82934 del 23/03/2016 del ministero dello sviluppo Economico, è finalmente possibile per le aziende orafe argentiere richiedere il servizio di marcatura laser degli oggetti preziosi. Ciò significa che d’ora in poi la tradizionale punzonatura dei metalli preziosi potrà essere sostituita da un processo di marcatura laser, finalizzato ad apporre il marchio di fabbrica con valenza ufficiale. Ogni azienda potrà scegliere se utilizzare solo la marcatura tradizionale, solo la marcatura laser o entrambe le marcature.

Token USB

Tutte le imprese che possiedono già un marchio di identificazione, se vorranno dotarsi dei dispositivi per la marcatura laser, dovranno farne richiesta attraverso un apposito modulo da inoltrare alla Camera di Commercio. Contestualmente alla richiesta di allestimento del marchio laser, il rappresentante dell’impresa dovrà presentare la richiesta di consegna di un certo numero di dispositivi di punzonatura laser, dei “Token USB” ossia delle chiavette adeguatamente dotate di misure anti intrusione.

LASIT offre ai suoi clienti l’opportunità di applicare il proprio marchio di identificazione sui preziosi grazie ai suoi sistemi di marcatura e incisione laser, che sono in grado di riconoscere il dispositivo Token una volta effettuato l’upgrade del software. Al contrario della punzonatura, la marcatura laser garantisce una maggiore leggibilità e incisioni molto più precise. Inoltre tale procedimento rende l’operazione più veloce e meno dannosa per l’oggetto prezioso: sarà quindi possibile marcare preziosi di ridottissime dimensioni o particolarmente delicati come anelli, collane ed orecchini costituiti da strutture cave.

Pubblicato il: 8 giugno 2016