LASIT LIVE:
Incisione laser sui Componenti fusi

Abbiamo deciso di offrire al pubblico che ci segue e ai nostri clienti del settore delle Fonderie un’esperienza di incisione laser mai vista prima. Ecco perché a maggio apriremo le porte del nostro laboratorio per farvi vedere da vicino l’incisione laser sui componenti fusi.

L’evento durerà tre giorni e sarà gestito come un incontro individuale virtuale con un nostro commerciale e un tecnico laser specializzato. In questo modo ogni visitatore del Laboratorio avrà la possibilità di approfondire quello che desidera.

Potrai fare tutte le domande che vuoi sull’incisione laser dei componenti fusi, su come ottenere incisioni permanenti. Scoprirai anche come non compromettere i risultati dell’incisione laser dopo processi invasivi quali la sabbiatura e la pallinatura.

Resta in contatto con LASIT per non perderti gli aggiornamenti su questo evento!

Ti informeremo direttamente via email sulle modalità di partecipazione e su come prenotare la tua visita al laboratorio d’incisione laser. In più, avrai la possibilità di usufruire di contenuti dedicati alle Fonderie ogni settimana prima dell’evento.

blocco motore fonderia
Truck Engine Motor Components In Car Service Inspection

Quali sono i vantaggi degli iscritti?

Prima dell’evento di maggio c’è molto altro che non puoi assolutamente perderti se lavori nel mondo delle Fonderie. Il primo contenuto riservato agli iscritti è dedicato all’Incisione laser per la tracciabilità e ai codici 2D.

Abbiamo dato vita a una rubrica sul nostro Canale Youtube dedicata all’incisione laser sui componenti fusi. La rubrica si chiama 1 minute LASER.

Ogni settimana pubblichiamo un video con un approfondimento su un argomento relativo ai componenti fusi. I video durano soltanto un minuto nel quale condensiamo le informazioni più importanti e presentiamo l’evento in laboratorio di maggio. Gli argomenti trattati saranno curati dal nostro esperto di applicazioni laser Mario Palmieri.

Tra questi ne citiamo alcuni:

Se ti iscrivi potrai riceverli direttamente via email, senza impegno di partecipazione all’evento.

Al momento delle iscrizioni sarai tu a decidere se partecipare oppure goderti i contenuti che ti abbiamo mandato. I contenuti saranno sempre disponibili e potrai consultarli, rileggerli e riguardarli ogni volta che vuoi, a prescindere dalla tua scelta di partecipare all’evento.

Che aspetti a iscriverti? Il primo video sulla Tracciabilità e i Codici 2D è già pubblico!

Se vuoi ricevere in anteprima le informazioni e i contenuti dedicati, iscriviti utilizzando questo modulo

Inviando questo modulo accetti la nostra normativa sulla privacy.

L’incisione laser sui componenti fusi

Fino a pochi anni fa la marcatura laser sul componente grezzo, appena uscito dallo stampo, era irrealizzabile a causa del degradamento qualitativo causato dai trattamenti successivi, in particolare trattandosi di codici DataMatrix.

Ma oggi, grazie a laser più performanti e alla ricerca tecnica dei parametri ottimali siamo in grado di venire incontro alle richieste dei produttori e consentire una tracciabilità completa andando ad effettuare la marcatura dei componenti immediatamente dopo l’uscita dallo stampo.

In questo modo riusciamo a garantire la leggibilità del codice DataMatrix anche dopo processi invasivi come sabbiatura o pallinatura.

In LASIT abbiamo sviluppato diverse soluzioni, sia in termini di sistemi stand alone sia di automazione attraverso laser da integrazione in linea, tra cui 24 sistemi negli ultimi dieci anni che prevedono il carico/scarico in tempo mascherato, e 5 stazioni speciali destinate all’integrazione in isole robotizzate, il cui punto di forza è la produttività derivante dalla cooperazione con il robot.

Slide-01-It-BloccoMotore
L11521_LASIT

Incisione laser pre-sabbiatura

Andando ad analizzare i processi a cui è sottoposto un componente fuso, quelli di maggior interesse sono sicuramente la sabbiatura e la pallinatura, necessari nel ciclo di lavorazione ma anche molto invasivi, tanto che il rischio è la compromissione (e quindi la leggibilità) del codice DataMatrix.

In LASIT abbiamo sviluppato una strategy per evitare che il codice DataMatrix diventi illeggibile dopo i vari processi.

Questo è stato possibile grazie a incisioni profonde con parametri specifici e geometrie dedicate appositamente studiate per componenti fusi.

I laser più utilizzati sono quelli con alte potenze, ovvero da 100W, 200W o 300W, i quali garantiscono anche un’estrema velocità del processo.

Ti è piaciuto questo articolo?
Condividilo su

Data di Pubblicazione: 16/03/2021

© Tutti i diritti riservati.