WIKILASIT

Filtro HEPA

Nei sistemi di marcatura laser l'aspiratore è fondamentale per rimuovere il fumo e i residui di particolato emessi durante il processo di marcatura. 

I marcatori laser Lasit possono essere equipaggiati a seconda delle esigenze del cliente di:

  • Aspiratore integrato
  • Aspiratore esterno.

In entrambe le soluzioni adottiamo aspiratori con filtro HEPA a 4 stadi, con il termine filtro HEPA (dall'inglese High Efficiency Particulate Air filter) si indica un particolare sistema di filtrazione ad elevata efficienza di fluidi (liquidi o gas).

È composto da foglietti filtranti di microfibre (generalmente in borosilicato) assemblati in più strati, separati da setti in alluminio. I foglietti filtranti in microfibra hanno il compito di bloccare le particelle solide inquinanti(o particolato) presenti nella corrente fluida da trattare. Le particelle solide possono essere infatti nocive per la salute oppure possono pregiudicare la qualità del prodotto finale che si desidera ottenere.

I filtri HEPA fanno parte della categoria dei cosiddetti "filtri assoluti", a cui appartengono anche i filtri ULPA (Ultra Low Penetration Air). Il termine "filtro assoluto" è giustificato dal fatto che i filtri HEPA e ULPA hanno una elevata efficienza di filtrazione. In particolare, i filtri HEPA presentano un'efficienza di filtrazione compresa tra l'85% (H10) e il 99,995% (H14), mentre i filtri ULPA presentano un'efficienza di filtrazione tra il 99,9995% (U15) e il 99.999995% (U17).

Vengono classificati in base all'efficienza di filtrazione delle particelle di 0.3 µm, in accordo alle norme UNI EN 1822. Sono infatti raggruppati in 5 classi (da H10 ad H14) con caratteristiche prestazionali crescenti.

Sono collaudati con il metodo della dispersione di un aerosol di dioctilftalato (DOP test): l'efficienza calcolata è > del 99.999 % con particelle con diametro 0.3 µm (penetrazione 0.001%).

Impieghi

I filtri HEPA hanno moltissime possibilità di utilizzo ad esempio possono essere impiegati nei laboratori di analisisale operatorie, in ambito chimico e in ambito farmaceutico, come elemento filtrante negli aspirapolvere, nei climatizzatori d'aria e nelle cappe a flusso laminare.

Possono assumere diverse posizioni lungo il percorso di filtraggio, anche in serie.

Hanno la capacità di formare un flusso laminare o turbolento di aria sterile che viene utilizzata nei processi farmaceutici di sterilizzazione.

La normativa europea per la classificazione dei filtri EN 1822-1:2009 richiama le classi:

  • E10-E12 (EPA) classe ad alta efficienza anche detti “filtri semi-assoluti
  • H13–H14 (HEPA) classe ad altissima efficienza anche detti “filtri assoluti
  • U15–U17 (ULPA) classe bassissima penetrazione.

Hai bisogno di più informazioni?

Compila il form accanto, lascia il tuo numero e ti richiamiamo SUBITO!

TORNA SU